Ciliegio: panoramica generale

Il ciliegio appartiene alla famiglia delle Rosacee e alla sottofamiglia delle Pruniodee o Drupacee, e appartiene anche al genere Cerasus; le specie più importanti sono il ciliegio dolce che è il più coltivato e quello acido.

ciliegio Il ciliegio dolce, detto Cerasus avium è un albero che può raggiungere una altezza di venti metri, e possiede un portamento assurgente, con rami eretti e robusti, con foglie ovali, vistosamente grandi e pendule. I fiori del ciliegio sono di colore bianco e schiudono contemporaneamente alle foglie; sono riuniti in gruppi di due o tre per gemma.

Molti cultivar di Ciliegio sono auto sterili, per cui necessitano di buone cultivar impollinanti a fioritura contemporanea: in genere fiorisce dopo il pesco, e a fine marzo o inizio aprile.

Il frutto è una drupa globosa di colore giallo, rosso oppure nero; il sapore è dolce e presenta un nocciolo aderente alla polpa, è destinato al consumo fresco e all’inscatolamento industriale nel settore delle marmellate.

Il ciliegio acido è detto Cerasus Vulgaris ed è una pianta a mole ridotta, con elevata attitudine pollonifera ed autofertile. Presentano un portamento variabile, con portamento che tende al pendulo nella specie delle amarene, e all’assurgente nelle visciole. I rami flessuosi e penduli presentano foglie piccole ed erette, mentre i fiori sono raggruppati in mazzetti di quattro o sei per gemma e fiorisce poco prima del ciliegio dolce.

I frutti sono aciduli nelle specie dette amarene, o amari nelle specie dette marasche e visciole: la polpa, in questo caso, si stacca facilmente ed in modo netto dal nocciolo, e il coloro presenta variazioni che vanno dal rosso pallido delle amarene, al rosso scuro delle visciole e quasi al nero delle marasche.

Queste specie di ciliegie vengono perlopiù destinato alle industrie. Il ciliegio acido è rustico ed adattabile riguardo al clima e al terreno adattandosi spesso in maniera ottimale alle diverse regioni del mediterraneo. Allo stesso modo cresce molto bene e non presenta particolari problemi riguardo agli insetti e alle malattie delle piante.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s